FANDOM


Welcome to Bardo è il quinto episodio della settima stagione di The 100. È complessivamente l'ottantanovesimo episodio.[1]

FINGERE - Octavia conosce un nuovo mondo. Nel frattempo, Murphy ed Emori fingono.[2]

Trama

Cast

Protagonisti

Apparizioni

Co-Apparizioni

  • Kyle Warren come Kirsch
  • Xavier de Guzman come Knight
  • Adam Lolacher come Jeremiah
  • Max Archibald come Bambino Credente
  • Naiah Cummins come Discepolo Capo
  • Janene Carleton as Discepolo

Non creditati

Citazioni

Eric Jackson: "Un altro perso per colpa della fede".
Indra: "La fede non è il problema. La fede cieca lo è."

Levitt: "Non sei un'assassina, Octavia. Di certo sei una guerriera, ma il tuo cuore è puro".
Octavia Blake: "Aspetta di incontrare Blodreina."

Gabriel Santiago: "La Pietra li ha liberati."
Echo: "Quindi?"
Gabriel Santiago: "Quindi non erano sull'Eligius. C'era una Pietra sulla Terra.
Echo: "Il che significa che Orlando non ci ha detto tutto."

Anders: "Salve, signorina Blake. Sia grata di essere tornata tutta intera. Portatela in infermeria. La voglio alla sala cattura ricordi entro la fine della giornata. Non abbiamo ancora finito."

Sheidheda: "Dio, Dio, Dio. Che stupidi agnellini che siete. L'ultima cosa che voglio per voi è che moriate. La stessa sera in cui la vostra rivolta ha fermato la mia esecuzione, avete pensato fosse una cosa saggia sacrificare voi stessi? Voi siete l'unica cosa che mi tiene vivo!"
Trey: "La prego, ci perdoni Russell."
Sheidheda: "Volete il perdono, allora mostratemi la vostra fedeltà."
Trey: "Qualunque cosa. Mi dica solo cosa fare."
Sheidheda: "In ginocchio. Tutti voi, in ginocchio o morirete."
Emori: "Indra, che succede?"
Indra: "L'ho già sentito prima."

Indra (in Trigedasleng) : "C'è un ragno sulla tua spalla".
Sheidheda (in Trigedasleng) : "È un peccato tu non possa uccidermi."

Indra: "Adesso sappiamo cos'è successo al codice quando abbiamo salvato il Comandante."
Sheidheda: "Era troppo debole per essere il Comandante. E tu lo sai. (in Trigedasleng) Mi chiedevo... I tuoi genitori si inchinarono quando conquistai Wonkru?"
Indra: (in Trigedasleng) : "Se proprio vuoi saperlo... Mio padre era già morto in battaglia. Quando finì, sì, mia madre si inchinò. Penso sia debole, per questo."
Sheidheda: "Sai cosa accadrà se mi renderai un martire."
Indra: "Sì. La stessa cosa che accadrebbe se qualcuno dovesse scoprire chi sei. Solo che allora, mentre il popolo si ribellerà per la perdita del suo Dio, potrò tagliati la gola. Entrate"
Sheidheda: "Qual è il motivo di ciò?"
Nelson: "Sù."
Indra: "Potrò non essere in grado di ucciderti, ma quando lo farò mi assicurerò che non tornerai indietro.
Nelson: "Morte ai Prime."
Eric Jackson: "Per il dolore."
Indra: "No. Lascia che lo senta... Per Abby.

Note e curiosità

  • Questo episodio è stato rilasciato nel 34esimo compleanno di Marie Avgeropoulos.
  • In alcune scuole del Buddhismo, Bardo è uno stato intermedio, transitorio o liminale tra la morte e la rinascita. È lo stato di esistenza intermedio tra due vite sulla terra. Secondo la tradizione tibetana, dopo la morte e prima della prossima nascita, quando la coscienza non è collegata ad un corpo fisico, si sperimenta una varietà di fenomeni. Questi di solito seguono una particolare sequenza di degenerazione, subito dopo la morte, le esperienze più chiare della realtà di cui si è spiritualmente capaci, e poi procedendo a terrificanti allucinazioni che sorgono dagli impulsi delle precedenti azioni non letali.[3]
    • In questi caso, il titolo dell'episodio si riferisce al pianeta Bardo da dove provengono i Discepoli e la dichiarazione di uno dei Discepoli ad Octavia: "Benvenuta a Bardo".
  • Questo episodio segna la prima apparizione di Octavia Blake in altro che flashback da "Il sangue di Sanctum".
  • Gli eventi di questo episodio si verificano nella stessa notte di "False Gods" e "Hesperides". Sembrano verificarsi un po' di tempo dopo gli altri due.
    • È già passato abbastanza tempo da quando Clarke ha lasciato Sanctum all'inizio, quindi non si verificano contemporaneamente con "Hesperides".
  • Questo episodio inizia a Bardo 45 giorni prima il tempo presente dell'episodio quando Octavia e Diyoza arrivano sul pianeta.
  • Murphy ed Emori sono mostrati riprendersi dall'esposizione alle radiazioni in "False Gods", anche se Emori ci sta mettendo più di Murphy.
  • È rivelato che Skyring era già un pianeta di prigione prima che arrivassero Octavia e Diyoza.
  • Levitt dichiara che negli 11 giorni che Octavia ha passato a Bardo, sono passati anni a Skyring, anche se non è definito quanti.
  • La perdita di memoria di Octavia viene rivelata essere un effetto collaterale di saltare attraverso l'anomalia in un tempo con dilatazione temporale minore senza uno dei caschi dei Discepoli per protezione. In aggiunta, la firma biometrica di Hope è stata aggiunta alla schiena di Octavia da Levitt come l'arte del piano suo, di Hope e Octavia per riunire Hope ed Octavia dopo che lei è tornata a Sanctum. Levitt era anche responsabile per il biglietto nel braccio di Hope visto in "From the Ashes" e "[[The Garden".
  • È rivelato che i Discepoli non vengono dall'Eligius III, ma dall'Anomalia Temporale presente sulla Terra che aveva la sua Pietra dell'Anomalia.
  • Viene rivelato che il padre di Indra è morto in battaglia contro Sheidheda quando lei era bambina. Sua madre si inginocchiò al Comandante Oscuro, facendo credere ad Indra che sua madre fosse debole per l'azione.
  • Bellamy Blake ritorna in questo episodio dopo essere stato assente da "From the Ashes". È apparentemente ucciso in un'esplosione, ma non c'è nessun corpo, significando che potrebbe essere scappato attraverso l'Anomalia che allora era aperta dietro Bellamy.
    • Quando Hope, Echo e Gabriel arrivano a Bardo, una grande bruciatura è visibile sul pavimento dove si verificò l'esplosione.
  • Tra le clip viste attraverso l'episodio ci sono scene da "Esemplificazione perversa (Parte 2)", "Il vecchio e l'anomalia e "Il sangue di Sanctum".
    • La clip da "Esemplificazione perversa (Parte 2)" è dopo la distruzione di A.L.I.E. e contiene Thelonious Jaha e Charles Pike, in particolare la morte di Pike.
    • La clip da "Il vecchio e l'anomalia" è il ritorno di Octavia a Sanctum attraverso l'Anomalia secondi dopo esserci entrata. Questo episodio rivela che è stata mandata indietro da Hope Diyoza e Levitt da Bardo.
    • La clip da "Il sangue di Sanctum" è di Hope che pugnala Octavia dopo che Octavia la tira fuori dall'Anomalia usando il codice biometrico di Hope.
  • I flashback a Bardo si verificano 45 giorni precedenti, 34 giorni precedenti e una settima precedente nel tempo di Bardo.
  • Questo episodio conclude la storia di cos'è successo a Octavia dopo che lei è entrata nell'Anomalia in "Il vecchio e l'anomalia" con flashback che contengono i suoi dieci anni in cui è stata via con una clip alla fine di lei che emerge dall'Anomalia a Sanctum in quell'episodio.
  • Secondo Sheidheda, ha ricevuto una trasfusione di sangue da John Murphy dopo essere stato colpito da un proiettile in "False Gods". Mentre non è stato precedentemente mostrato o menzionato, Sheidheda è stato colpito in un'arteria.
  • Il Mind Drive di Russell Lightbourne è rimosso dal suo ospite precedente da Eric Jackson per ordini di Indra per assicurarsi che Sheidheda non possa resuscitare di nuovo.
    • Con la rimozione del Mind Drive di Russell, Gabriel Santiago è l'ultima persona conosciuta ad aver un Mind Drive attivo in testa.

Conteggio morti

  • 1 dei Credenti - Auto immolazione
  • 3 Discepoli - pugnalati da Hope
    • Il Conduttore
  • 2 Discepoli - pugnalati da Bellamy Blake; flashback)
  • 1 Discepolo - esplosione di una granata; flashback
  • Jeremiah - pugnalato da Echo

Dietro le quinte

Note di produzione

Multimedia

Musica

Galleria

Video

Vedi anche

Riferimenti

  1. https://www.spoilertv.com/2020/04/the-100-episode-702-709-titles-revealed.html
  2. https://www.ksitetv.com/the-100/the-100-welcome-to-bardo-description/203807/
  3. https://it.m.wikipedia.org/wiki/Bardo_(buddhismo)
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.