FANDOM


La Coalizione o Kongeda (in Trigedasleng), è l'alleanza di tutti e dodici i clan Terrestri e del Popolo del Cielo che risiedono nell'area di Tondc-Mount Weather nella zona a ovest degli Stati Uniti. È stata fondata dal Commandante Lexa per combattere contro la Montagna.

Dal momento che i Terrestri non usano cognomi, al loro posto viene usato il loro clan di appartenenza. Ogni clan ha un leader e ogni villaggio all'interno di un clan ha un leader. Tutti e dodici i clan seguono il Comandante. I clan scelgono i loro capi in modo diverso, ma la maggior parte viene scelta dopo che il vecchio leader è morto. I leader dei villaggi guadagnano il loro posto ai vertici attraverso atti di forza e ferocia (come nel caso di Indra, il capo di Tondc) e attraverso la guida di un mentore dei leader precedenti. Il Comandante è scelto attraverso un Conclave.

Alla fine della quarta stagione, gli undici clan Terrestri rimasti (tutti i Floukru erano morti) e il Popolo del Cielo si unirono in un unico clan, intitolato "Wonkru", guidato da Octavia Blake. Sopravvivono alla Seconda Apocalisse Nucleare insieme nel Secondo Bunker.

Storia

Colaition Lexa throne room

Lexa, primo Comandante della Coalizione nella sua stanza del trono

Il Comandante Lexa, ha interpretato un ruolo importante nell'unire i 12 clan Terrestri nella Coalizione, divenendo il primo Comandante dei 12 Clan. In Ricordati di me, mentre Gustus discute con Lexa dell'alleanza con il Popolo del Cielo, viene detto che lei è la ragione per cui tutti e dodici i clan si sono uniti contro la Montagna e che, senza di lei, la Coalizione cadrebbe. La Nazione del Ghiaccio fu a lungo considerata la più grande minaccia alla Coalizione.

S03e04 coaltion 13 clans

Ambasciatori dei 13 clan

Dopo la distruzione di Mount Weather, la Coalizione si dimostrò altamente instabile e gli ambasciatori dei clan ritennero che Lexa fosse debole e inadatta a governare. Consapevole che stava perdendo il controllo, Lexa uccise un ambasciatore della Nazione del Ghiaccio che aveva elencato le sue colpe. Successivamente, dopo l'avvenuta adesione del Popolo del Cielo nella Coalizione come tredicesimo clan e l'attentato compiuto dalla Nazione del Ghiaccio a Mount Weather, gli ambasciatori della Coalizione appoggiarono la Regina Nia e tentarono di rimuovere Lexa dal potere con un voto unanime che però lei riuscì ad aggirare grazie al voto del Popolo del Cielo, avendoli convinti che - nonostante le azioni compiute nei loro confronti durante e dopo Mount Weather - lei era la loro unica speranza di sopravvivenza. La Coalizione non è stata in grado di procedere con la sua rimozione. L'ex cancelliere Marcus Kane - sotto la cancelliera Abby Griffin - ha ricevuto il marchio della Coalizione sul suo avambraccio.

Il giorno seguente, il neoeletto cancelliere del Popolo del Cielo, Charles Pike, respinse la loro adesione alla Coalizione. Lui, insieme al un gruppo di persone tra cui Bellamy Blake e Hannah Green, uccise l'esercito che Lexa aveva inviato ad Arkadia per impedire alla Nazione del Ghiaccio di disobbedirle e distruggere il nuovo clan, e con loro la sua Coalizione.

Durante la terza stagione, la Regina Nia della Nazione del Ghiaccio sfidò Lexa cercando di spodestarla dal suo ruolo di Comandante della Coalizione, e scelse suo figlio Roan per combatterla in un duello mortale. Lexa vinse, ma invece di uccidere Roan, uccise la Regina Nia mentre assisteva al combattimento. Ha quindi dichiarato Roan Re di Azgeda. La frattura della Coalizione continuò, mentre Lexa lottava per mantenere il suo potere.

Lexa fu accidentalmente uccisa da Titus, il suo consigliere e capo spirituale dei Custodi della Fiamma, e le succedette illegittimamente Ontari della Nazione del Ghiaccio che, per ottenere il ruolo di Comandante, non volle partecipare al Conclave e massacrò i bambini sangue nero che Lexa aveva addestrato mentre dormivano. Ontari fu poi uccisa da A.L.I.E.

Dopo che A.L.I.E. fu terminata, la Nazione del Ghiaccio assunse illegittimamente il controllo della Coalizione. Rispettando la regole di Lexa, Re Roan si autoproclamò "Protettore del Trono dei Comandanti" e reintegrò il Popolo del Cielo come tredicesimo clan, dichiarando: "Un attacco contro gli Skaikru è un attacco contro tutti noi".

Successivamente, il Floukru si estinse a causa della sindrome da radiazione acuta, lasciando solo 12 Clan rimanenti, incluso il Popolo del Cielo.

Dopo il Conclave Finale, Octavia Blake radunò 100 membri degli undici clan Terrestri e del Popolo del Cielo in un unico e nuovo Clan, il Wonkru, con Octavia come loro primo leader.

Comandante

Il Comandante, noto anche come Heda (Comandante in Trigedasleng), è il titolo dato all'utilizzatore della Fiamma. La Fiamma è un impianto cibernetico creato dalla scienziata Becca Franko. È stata la prima utilizzatrice della Fiamma e il titolo di "Comandante" ha avuto origine dal distintivo sulla sua tuta spaziale quando discese sulla Terra dalla tredicesima stazione, Polaris, due anni dopo la prima Apocalisse Nucleare. Dopo la sua morte, Becca divenne nota come Bekka Pramheda ("Primo Comandante Becca" in Trigedasleng).

Dal momento che la Fiamma può essere impiantata unicamente nelle persone che possiedono il sangue nero, soltanto loro sono in grado diventare veri Comandanti. I Terrestri credono che la Fiamma contenga lo "Spirito del Comandante" e che lo spirito aiuti a trovare il prossimo Comandante. In "La selezione della razza" Lexa afferma che dopo la sua morte, il suo spirito non avrebbe scelto uno dei suoi generali ma che avrebbe scelto più saggiamente di così.

Quando Lexa divenne il Comandante, ella divenne il capo della Coalizione Terrestre dei dodici clan e, in seguito, anche del tredicesimo clan, il Popolo del Cielo.

Madi Griffin è l'attuale Comandante, essendo a capo del Wonkru e avendo ereditato le rimanenze della precedente Coalizione.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.