Second Nuclear Apocalypse 11.jpg

Clarke: "Accadrà qualcosa, qualcosa che nessuno ha mai visto prima."
Roan: "Di che stai parlando?"
Clarke: "Conosci il fuoco che ha distrutto il mondo. Lexa lo chiamava Praimfaya. Sarà come quello. Un'ondata di radiazioni che ucciderà tutto quello che incontrerà."
Roan: "I nostri antenati sono sopravvissuti a Praimfaya. Lo faremo anche noi."
Clarke: "No, non è così. Non questa volta almeno, non senza di noi. Senti, non so se saremo in grado di fermarlo, ma se non ci riusciremo saremo tutti morti in 6 mesi."
Clarke e Roan

La Seconda Apocalisse Nucleare o Seconda Apocalisse, conosciuta anche come l'Ondata Mortale, Secondo Praimfaya, o semplicemente Praimfaya, fu un evento catastrofico che si verificò nel 2150. Fu causato dalle centrali nucleari difettose attorno al mondo che risultò in un'onda di radiazioni che si è diffusa nel mondo.

Come risultato dell'aumento di radiazioni atmosferiche, il suolo fu inabitabile per tutti eccetto i Sanguenero per i seguenti cinque anni.

Storia

Dopo il secondo disastro di Fukushima, la Panacea Power brevettò un sistema di sicurezza piuttosto esaustivo. Nel 2048, due dozzine di enormi reattori furono costruiti per resistere a ogni disastro, persino un attacco nucleare. Tuttavia, "le centrali furono costruire per sostenersi solamente per un centinaio d'anni". Dopo la prima Apocalisse Nucleare, che si verificò nel 2052, nessuno curò le centrali elettriche, quindi nel 2150, le centrali iniziarono a fondersi. Nel tardo febbraio 2150, "ci sono più che una dozzina di centrali a rischio in tutto il mondo e 7 stanno attualmente bruciando." "I livelli di radiazioni globali stanno salendo." Secondo i calcoli di A.L.I.E., "il 96% della superficie terrestre sarà inabitabile [tra meno di sei mesi] anche per quelli nati nello spazio.

Alla fine della terza stagione, A.L.I.E. rivela a Clarke Griffin che sta arrivando una seconda apocalisse nucleare. A.L.I.E. aveva rivelato il problema quattro mesi prima usando droni. L'AI prova a convincere Clarke che il modo migliore per salvare la razza umana era quello di digitalizzarli nella Città della Luce, ma Clarke non è convinta e mette fine ad A.L.I.E.

All'inizio della quarta stagione, Raven Reyes conferma i livelli radioattivi in salita e che hanno solamente sei mesi prima di morire tutti. All'inizio, inizierebbe la pioggia nera e non ci sarebbe più acqua potabile. Poi le persone inizierebbero a sviluppare lesioni precancerose e l'aria diventerebbe tossica. E finalmente "un'onda di radiazioni ucciderebbe tutto nel suo cammino." Dopodiché, nessuno tranne i Sanguenero potrebbe vivere sul suolo per cinque anni a causa delle radiazioni atmosferiche ancora alte.

Attraverso la quarta stagione, il Popolo del Cielo e i Terrestri pensarono a diverse soluzioni su come sopravvivere a Praimfaya. Cercano un Bunker della Seconda Alba e ne trovano uno, ma si scopre essere una trappola. Provano a mettere Arkadia a prova di radiazioni, ma Ilian la brucia.

Quando Luna e diversi altri del suo clan vengono ad Arkadia, soffrendo da sindrome acuta da radiazioni, solo Luna sopravvive. Abby Griffin realizza che il suo Sanguenero l'ha aiutata a metabolizzare le radiazioni e filtrarli dal suo sistema. Un gruppo viaggia al Laboratorio di Becca per provare a ricreare Sanguenero. Sviluppano Sanguenero sintetico dal midollo osseo di Luna e lo iniettano in un Terrestre sciacallo. Mentre la procedura inizialmente sembra andare bene, si scopre essere insufficiente e lo sciacallo muore durante un test. Eric Jackson capisce che il problema e lo sistema, ma devono testare il nuovo siero, quindi Clarke se lo inietta, ma Abby rifiuta di dirigere i test su sua figlia e distrugge la camera delle radiazioni, lasciando non chiaro se il siero ha funzionato.

Nel frattempo, Thelonious Jaha capisce dove potrebbe essere il vero Bunker della Seconda Alba. Con Monty Green e Marcus Kane, viaggia a Polis e trova il bunker sotto il tempio e lo apre con l'aiuto di Gaia. Con tutti i clan che si uniscono a Polis e il bunker capace di sostenere solo 1200 persone, i clan accettano di tenere un Conclave finale. Octavia Blake vince il conclave e decide che i dodici clan sopravvissuti (tra cui il Popolo del Cielo) possono far entrare 100 persone nel bunker e insieme avrebbero formato i Wonkru. Tutti gli altri vengono chiusi fuori dal bunker e lasciati a morire.

Un piccolo gruppo, consistente di Clarke, Raven, Bellamy Blake, Monty, Harper McIntyre, John Murphy, Emori ed Echo, decide di provare un piano rischioso per provare a sopravvivere a Praimfaya nello spazio. Nel laboratorio di Becca, il gruppo guarda il filmato di un drone dell'ondata mortale che passa attraverso Polis, distruggendo tutto ciò che incontra. Hanno novanta minuti per decollare o l'ondata mortale sarà troppo vicina. Recuperano con successo il generatore d'ossigeno e preparano il razzo, ma Clarke ritarda nella torre satellitare. Gli altri sette sono costretti a partire senza di lei e sperano che Clarke abbia mandato con successo il segnale sateluttare per aprire la porta dell'hangar dell'Arca. Clarke riesce a sovrascrivere l'antenna satellitare per mandare il segnale e ritorna nel laboratorio di Becca con l'ondata mortale che corre verso di lei.

Conseguenze

L'ondata mortale devastò la maggior parte del pianeta, lasciando solo una macchia di verde, Valle Profonda. Tuttavia, anche lì solo i Sanguenero potevano sopravvivere, a causa delle radiazioni atmosferiche troppo elevate. Le uniche persone fuggite all'ondata mortale furono le 1200 dentro il Bunker della Seconda Alba, i sette sull'anello Go-Sci, e due Sanguenero (uno di loro è Clarke Griffin, dimostrando che il sintetico siero Sanguenero è un successo).

46 giorni dopo Praimfaya, nel Bunker della Seconda Alba, Kara Cooper mette in scena un colpo di stato infruttuoso con alcuni dei suoi compagni Skaikru per prendere il controllo dell'idrofattoria, ma furono contrastati, e la loro punizione, stabilita dal loro nuovo leader, Octavia Blake, era una lotta tra gladiatori per la libertà, dove solo uno finiva come vincitore rimanendo l'ultima persona in vita. Dopo la ribellione, Octavia prese controllo dei Wonkru e divenne Blodreina ("Regina Rossa" in Trigedasleng).

Circa due anni dopo Praimfaya, i Wonkru passarono l'"Anno Oscuro", un periodo di tempo dove i Wonkru furono costretti a mangiare e cannibilizzare colori che morivano durante le lotte tra gladiatori. Gli eventi durante l'Anno Oscuro portarono alla natura oscura di Octavia. Dopo questi sei anni, ci sono solo 814 persone vive nel bunker, mentre 386 morirono sotto le regole di Octavia.

Con il corso dei cinque anni, i livelli delle radiazioni diminuirono a livelli sopportabili. Durante quel tempo, i due Sanguenero, Clarke e Madi, vivevano nella Valle Profonda, provando regolarmente (ma fallendo) a contattare gli altri. Anche dopo cinque anni, nessuno fece ritorno a terra. Quelli dentro il bunker sono intrappolati sotto i detriti di Polis e non riescono ad uscire. I sette nello spazio non hanno carburante per tornare in sicurezza a terra.

Sei anni dopo Praimfaya, nel 2156, Clarke nota una nave che scende sulla Terra. All'inizio, pensa che siano i suoi amici, ma presto capisce che la nave è troppo grande. La Gagarin, che era una nave da trasporto dei prigionieri posseduta dall'Eligius Corporation, atterra nella Valle Profonda. Dopo, i sette nello spazio usano il carburante dell'Eligius IV per tornare in sicurezza sulla Terra. Bellamy Blake riesce a stringere un accordo con i prigionieri Eligius per far aprire loro il bunker. Tuttavia, ci sono diverse fazioni che vogliono l'unica terra abitabile, Valle Profonda, tutta per loro.

Galleria

Praimfaya in Egypt..png
Second Nuclear Apocalypse 1.jpg
Second Nuclear Apocalypse 2.jpg
Second Nuclear Apocalypse 3.jpg
Second Nuclear Apocalypse 5.jpg
Second Nuclear Apocalypse 6.jpg
Second Nuclear Apocalypse 7.jpg
Second Nuclear Apocalypse 8.jpg
Second Nuclear Apocalypse 9.jpg
Second Nuclear Apocalypse 10.jpg
Second Nuclear Apocalypse 11 (1).jpg
Second Nuclear Apocalypse 12.jpg
Second Nuclear Apocalypse 13.jpg
Second Nuclear Apocalypse 14.jpg
Second Nuclear Apocalypse 15.jpg
Aftermath of Praimfaya - Eden.png
Eden- Earth in aftermath of praimfaya.png

Note e curiosità

  • Praimfaya è stato prima mostrato colpire i continenti Africa e Asia dato che è stato mostrato colpire le grandi piramidi d'Egitto alla fine di Echi.
    • La precedente parte nord-orientale degli Stati Uniti cadde vittima di ciò un mese dopo l'Egitto.
      • Assumendo che Praimfaya accadde nello stesso mese del rilascio di Echi, questo significa che Praimfaya andava a 14 chilometri orari.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.