FANDOM


Non temere la morte. Essa è l'inizio del prossimo viaggio.
— Ilian ad Octavia.
Ilan era uno dei personaggi della Quarta Stagione di The 100. E' stato interpretato da Chai Romruen e ha debuttato in Pesante Giace La Corona. È stato ucciso nel decimo episodio della quarta stagione, Morire tutti, morire con gioia, durante il Conclave finale.

Vita Pre-Serie

Ilian è un membro dei Trishanakru ed è cresciuto in una fattoria. Fu allevato da sua madre e suo padre, e aveva un fratello con cui condivideva una camera da letto. Una volta ha aiutato il padre a costruire un mulino a vento per macinare il grano per le pecore della fattoria.

Ad un certo punto, è stato sia convinto o torturato per prendere il chip di A.L.I.E.. Anche il padre e il fratello prendono il chip. Mentre ha il chip, il padre di Ilian muore - forse per mano di Ilian. Ilian tortura sua madre per il chip, ma lei rifiuta. Sotto gli ordini di A.L.I.E., uccide il fratello ed è pronto a uccidere se stesso quando viene liberato dal controllo di A.L.I.E.. Ilian cerca di salvare sua madre, ma lei muore per le torture. Prima di morire, chiede a Ilian di vendicarla.

Nella Serie

In Pesante Giace La Corona, Ilian col chip, in un flashback, A.L.I.E. lo convince a uccidere il padre e il fratello e a torturare fatalmente la madre, nel tentativo di costringere quest'ultima ad accettare il chip. La madre, rimanendo intransigente, continua a rifiutarsi, credendo che un demone ha occupato il corpo di Ilian. Mentre Ilian è in procinto di tagliarsi la gola seguendo il consiglio di A.L.I.E, lei viene distrutta da Clarke e Ilian viene liberato dalla sua oppressione. Liberando la madre morente dai suoi lacci, lui piange mentre lei chiede di essere vendicata e muore tra le sue braccia.

Ilian va Polis dove discute del suo bisogno di vendetta contro gli Skaikru (incolpandoli per la morte della sua famiglia) con l'ambasciatore di Trishanakru Rafel. L'ambasciatore gli dice del suo piano per uccidere il re Roan in un combattimento singolo perché lui sta proteggendo gli Skaikru. Ilian in un primo momento non vuole fare del male al re perché non ha nulla contro di lui, ma ben presto è d'accordo con Rafel che con il re morto i Trishanakru potranno prendere il potere e distruggere gli Skaikru.

Più tardi, mentre Ilian e Rafel stanno discutendo il loro piano, si avvicinano Marcus Kane e Octavia che tentano di dissuaderli dal continuare con il loro complotto per sfidare Roan. Ilian e Rafel, ribollendo di odio per il popolo del cielo, rifiutano di fare marcia indietro dalla sfida contro Roan.

Ilian frequenta la riunione degli ambasciatori e il re e appare leggermente sconvolto e irritato dopo aver sentito della morte di Rafel. Ilian sospetta immediatamente (correttamente) che Rafel è stato assassinato da Octavia e le chiede se ha intenzione di ucciderlo. Octavia nega di sapere di che cosa sta parlando e poi offre le sue condoglianze per quanto riguarda la morte della famiglia di Ilian.

In I quattro cavalieri Ilian e la sua gente stanno saccheggiando e distruggendo tutta la tecnologia a Polis. Quando uno intercetta il ladro e minaccia Octavia che sta seguendo il custode della fiamma Gaia, Ilian interviene per impedire loro di combattere, dicendo al saccheggiatore che sono lì per la tecnologia. Quando Octavia gli chiede il motivo per cui stanno distruggendo la tecnologia, Ilian risponde che A.L.I.E. li ha utilizzati per il controllo, e non lasceranno che accada di nuovo. Quando Octavia va via, Ilian ordina a uno del suo gruppo di seguirla.

Ilian e i suoi seguaci hanno rintracciato Octavia al tempio del custode della fiamma e capendo che c'è probabilmente la tecnologia, irrompono dentro. Trovano Octavia, Gaia e Indra, e Ilian ordina al trio di abbandonare le loro armi, cosa che fanno. Cercando nel giubbotto di Gaia, Ilian trova quello che crede essere la Fiamma, "per mia madre", dice, debitamente spaccandola con un martello. Lui e i suoi saccheggiatori escono dal tempio.

In La polveriera, Ilian scopre Octavia, gravemente ferita e poco cosciente nei boschi vicino ad Arkadia. Ilian porta Octavia dal popolo del cielo e dice loro che era sulla via per Polis (cosa che può o non può essere vera), quando l'ha trovata. Per comodità, il percorso che Ilian aveva preso per tornare a casa era vicino agli Arkadiani, che considera suoi nemici. Ilian potrebbe aver spiato Arkadia quando ha trovato Octavia e colto l'occasione per entrare con una scusa. Mentre ognuno è distratto con le cure di Octavia, Ilian scivola via e si fa strada verso la stazione Alpha.

In qualche modo, Ilian trova un carico di liquidi infiammabili (e anche un carrello per trasportarli). Avendo almeno una conoscenza di base del funzionamento della 'tecnologia' grazie al tempo passato a distruggere Polis, Ilian segue i cavi elettrici alla loro fonte.

Una volta all'interno della sala server Ilian fa i suoi preparativi per incendiare la ferroviaria, ma mentre sta per scatenare un incendio, Octavia e Niylah lo trovano. Essendo ancora troppo debole per le ferite per fermare Ilian fisicamente, Octavia tenta di parlare con lui. Ilian continua ostinatamente e arrogantemente a credere che sta facendo la cosa giusta e getta la torcia ardente sui liquidi infiammabili che aveva versato sul pavimento. L'esplosione iniziale quasi uccide sia Octavia che Niylah.

In Risorgeremo, viene rivelato che, sebbene gran parte della stazione Alpha è stata bruciata, gran parte di essa è ancora abitabile e Ilian è stato imprigionato in una cella. Mentre Ilian sta contemplando la sua situazione, una folla di Arkiani arrabbiati con Ilian per l'incendio, irrompono nella cella con l'intenzione di ucciderlo. Ilian tenta di respingerli, ma viene rapidamente sopraffatto e picchiato. Egli viene salvato solo dall'arrivo di Kane e alcune guardie che disperdono la folla e portano Ilian in infermeria.

A Ilian vengono curate le ferite, ma viene trattenuto nel suo letto d'ospedale. Alla fine, Ilian e Octavia sono gli unici rimasti nell'area medica e Ilian dice a Octavia che è contento che sia sopravvissuta. Octavia avverte Ilian che sarà ucciso presto, “sangue deve avere il sangue”. Ilian afferma che lui non ha ucciso nessuno nel fuoco, ma Octavia gli dice sprezzante che ha causato l'eventuale morte di tutti compromettendo la stazione e che le gente del cielo lo ucciderà per vendetta. Ilian dice che lui non sapeva della prossima apocalisse quando ha acceso il fuoco e che non voleva fare del male a nessuno. “La spada non si cura quello che volevi dire”, risponde Octavia, “taglia e basta”.

Più tardi, Kane, David Miller, Monty e alcune guardie arrivano in infermeria e lo bloccano, pochi istanti prima che una folla arrivi fuori le porte chiedendo che Ilian venga consegnato loro. Miller mette in discussione la decisione di Kane di proteggere Ilian, ricordandogli che avrebbero espulso Ilian se fossero stati sull'Arca, ma Kane dichiara che la quella “regola” non farà giustizia ad Arkadia. Monty è fermamente convinto come Kane, che la folla ucciderà Ilian se li lasciano passare. Ilian rimane in silenzio. Kane tira fuori una pistola e la carica, determinato a proteggere Ilian anche a costo di uccidere uno del suo stesso popolo, dicendo: “se li lasciamo scendere nelle tenebre, non ci sarà ritorno”. Octavia dice a Kane che è la fine del mondo e l'oscurità è tutto ciò che rimane - si dirige improvvisamente verso la porta e la apre prima che Monty o Kane possano fermarla. La folla entra e mentre Kane cerca di tenerli sotto tiro, Miller lo stordisce alla schiena con un bastone elettrico, dicendo che gli dispiace. Gli arkadiani prendono Ilian ma Octavia dice di voler essere lei ad ucciderlo.

Ilian viene portato fuori e messo in ginocchio nel fango davanti ad Octavia. Monty implora Octavia si non fare l'esecuzione, dicendole che non è un assassina, ma Octavia dice che ha torto e mette la pistola alla testa di Ilian. Ilian, il suo volto malmenato, fissa stoicamente Octavia e le dice di farla finita. Octavia esita mentre la folla guarda in silenzio. Improvvisamente, suona l'allarme che segnala l'arrivo della pioggia nera e la maggior parte della folla corre all'interno per sicurezza. Octavia continua a puntare la pistola contro Ilian, ma Kane è in grado di convincerla ad abbandonare l'arma dopo averle ricordato di come Pike ha ucciso Lincoln nello stesso modo. Un sconvolta Octavia, corre fuori dalle porte di Arkadia, mentre Jaha taglia le corde di Ilian e gli dice di correre. Ilian guarda indietro verso i suoi salvatori come se fosse sul punto di dire qualcosa, ma poi fugge da Arkadia.

In Dammi rifugio, Ilian segue Octavia attraverso la foresta e alla fine vede il suo cavallo, Helios, a quanto pare abbandonato. Mentre Ilian si avvicina ad Helios, Octavia arriva alle sue spalle e gli mette un coltello alla gola, chiedendo di sapere perché la sta seguendo. Ilian dice a Octavia che non sopravviverà da sola e dice che vuole aiutarla per avergli risparmiato la vita ad Arkadia. Octavia rifiuta il suo aiuto e monta sul cavallo, ma in quel momento inizia una tempesta, scatenando pioggia nera che brucia la pelle a contatto. Ilian non è a conoscenza di quanto sia pericolosa la pioggia e dice che è strano, ma Octavia gli dice di salire su Helios e di andare in cerca di un riparo.

Trovano una grotta, entrano dentro e tolgono gli indumenti contaminati. Fortunatamente, c'è una vasca di acqua dolce nella grotta con la quale Octavia e Ilian si lavano. Ilian chiede cosa significa la pioggia nera; Octavia risponde senza mezzi termini che vuol dire che sono bloccati all'interno della grotta fino a quando finirà la pioggia e che lei non vuole parlare con lui. Octavia va a lavare Helios e dice a Ilian di accendere un fuoco, “sei bravo in questo”, dice con disprezzo.

Durante l'attesa intorno al fuoco per il passaggio della tempesta, Ilian finalmente rompe il silenzio chiedendo a Octavia dove andrà. Quando lei non risponde, Ilian continua a dirle che non sa dove sta andando, perché se torna a casa nella sua fattoria, ricorderà gran parte della sua famiglia e quello che ha fatto per loro, sotto il controllo di ALIE. Octavia dice che Ilian non è un assassino perché sente il dolore di uccidere, mentre lei non sente nulla. Lei gli dice che dovrebbe andare a casa dalla sua “stupida pecora”. Ilian non crede che Octavia sia un killer senza cuore, e le ricorda il dolore sul suo volto quando era sul punto di ucciderlo. Egli sostiene che lei non vuole sentire il dolore nel prendere una vita. Octavia gli dice con rabbia di stare zitto, ma Ilian continua a parlare, chiedendole come è diventata la persona che è e dicendo che crede che in fondo, lei è ancora la persona che era prima. Octavia gli dice che ha torto, e poi in un momento di follia e depressione cammina verso l'entrata della grotta con l'intenzione di lasciare che la pioggia nera la uccidi. Ilian impedisce il suo tentativo di suicidio e la porta di nuovo all'interno della grotta. Improvvisamente, Octavia bacia Ilian, e lo prega di, “fargli sentire qualcosa di diverso” e la coppia fa sesso.

Una volta che la tempesta è passata, Ilian informa Octavia che ha deciso di tornare a casa “dalla mia stupida pecora”, e le dice come trovare la sua fattoria. Ilian va via, ma Octavia lo raggiunge con il cavallo, e gli dice di salire per portarlo a casa.

In Ordine di non rianimare, Ilian sta seminando le colture sulla fattoria della sua famiglia, mentre Octavia sta cercando di coltivare il terreno. "Stai coltivando il terreno o lo stai pugnalando?" dice Ilian. Octavia gli dice che piantare le colture è inutile poichè entrambi saranno uccisi dal Praimfaya prima che qualcosa possa crescere. Essendo meno pessimista, Ilian sottolinea che le persone sono sopravvissute a un tale destino prima e che stanno piantando le colture per il bene dei sopravvissuti. Octavia continua a lottare con l'aratro, quindi Ilian le mostra come fare ma vengono interrotti da un membro del clan di Trishanakru, Ankara, che è venuta a trovarlo. Ilian avverte Octavia che il suo popolo è preoccupato per gli sconosciuti e che deve mantenere un profilo basso prima di andare a incontrare il suo visitatore. Ankara informa Ilian che Trishanakru si sta preparando per la guerra e deve aiutare i Trikru e i loro alleati a spingere Azgeda fuori da Polis, implicando che Ilian dovrebbe accompagnare la loro forza come uno dei loro guerrieri. Ilian si rifiuta di lasciare la sua fattoria il che provoca un'esplosione di rabbia da parte di Ankara - "tua madre vorrebbe che combattessi!" dice. Ilian ordina a Ankara di lasciare la sua proprietà e dopo la sua partenza, Ilian viene avvicinato da Octavia che è sorpreso di sapere che è un guerriero. Ilian le dice semplicemente che non è molto divertente combattere alla fine del mondo.

Più tardi, Ilian si trova a letto con Octavia quando lei dice che non può smettere di pensare alla guerra e il fatto che non sia in essa. Ilian afferma che nessuna guerra fermerà il Praimfaya, ma Octavia risponde che preferirebbe morire la morte di un guerriero invece di "sciogliersi". Ilian cita un detto della sua gente che dice la morte non è la fine e che quando qualcuno muore, verrà reincarnato. Quando Octavia gli chiede se ci crede o meno, Ilian ricorda il ciclo delle colture e quando, durante l'inverno, si ritirano in primavera: "la maggior parte delle persone non sa quando arriverà il loro inverno" Ma noi lo sappiamo, e questo è un dono. Perché sprecarlo col combattimento? "

Ilian fa una passeggiata da qualche parte nella sua fattoria e, ritornando a casa, trova che Ankara è tornata con due dei suoi guerrieri - tutti e tre macellati da Octavia, sono ora morti nel suo campo. Octavia si avvicina a Ilian e gli dice senza cautela "questo è quello che sono". Ilian, rendendosi conto che i guerrieri Trishanakru dovevano aver provocato Octavia in qualche modo, è sconvolto da ciò che è accaduto e osserva i loro corpi mentre Octavia va via.

In Morire tutti, morire con gioia, Ilian viene a conoscenza del bunker nucleare che è stato trovato a Polis e il Conclave Finale che si combatte per il suo possesso. Essendo un guerriero esperto, Ilian viene scelto come campione di Trishanakru e arriva alla capitale per ricevere il sigillo del suo clan da Gaia prima di prendere posizione sul podio vicino a Octavia - dichiarata campione di Skaikru. Octavia chiede a Ilian cosa sta cercando di dimostrare e Ilian risponde che è lì per il suo clan, non per lei, poi ascolta l'annuncio di Gaia. Gaia afferma che la battaglia per la morte sarà combattuta dai campioni all'interno delle mura di Polis fino a quando rimarrà solo un guerriero: il clan del campione prenderà il bunker, mentre gli altri clan moriranno per il Praimfaya. Mentre la cerimonia sta per finire, tuttavia, Luna, che è l'ultimo membro del clan Floukru, arriva e rivendica la posizione del 13esimo campione. Quando le viene chiesto per chi combatte visto che tutti i membri del suo clan sono morti, tutti alla cerimonia sono sconvolti quando lei annuncia che se vince allora non permetterà a nessuno di rivendicare il bunker e tutti saranno lasciati a morire per l'apocalisse nucleare. Nell'armatura, Ilian si arma con una alabarda e prova le sue mosse. Quando il conclave sta per iniziare, Ilian e tutti gli altri partecipanti vengono condotti in città nelle loro posizioni di partenza. Viene quindi soffiato un corno dalla torre di Polis per segnalare l'inizio del conclave.

Durante il conclave, Ilian entra in una casa per trovare Octavia che cura un piccolo taglio sul braccio. Ilian dice immediatamente a Octavia che non vuole farle del male e propone un'alleanza perché molti altri clan stanno facendo lo stesso. Octavia respinge la sua proposta, dicendo che non ha bisogno del suo aiuto e gli dice che avrebbe dovuto rimanere alla sua fattoria. "Octavia, non sarò il tuo nemico", risponde Ilian. Octavia dice a Ilian che non è la ragazza che vuole che lei sia e promette che quando lo vedrà di nuovo lo ucciderà.

Tuttavia, Ilian segue Octavia per le strade di Polis. Quando Octavia viene affrontata da tre campioni, Ilian corre a salvarla. I cinque guerrieri combattono l'uno con l'altro in una violenta e viziosa battaglia da mischia. Alla fine, quando il campione di Boudalan lancia la sua arma a punta Ilian, si scontra contro un altro guerriero e l'arma uccide il campione di Delphi. Ilian uccide il campione di Boudalan con un colpo alla testa e Octavia uccide il terzo campione nemico (dal clan Broadleaf) tagliandogli la mano e infilando la spada attraverso il volto. Octavia è arrabbiata con Ilian per non essere rimasto lontano da lei e gli fa notare che almeno uno di loro dovrà morire. "Non ti ho seguito", afferma Ilian, "l'ho fatto per i Trishanakru". Improvvisamente, Ilian viene colpito dal collo da una freccia, e Octavia lo trascina per salvarlo. È immediatamente ovvio che la ferita è grave, poiché la freccia ha paralizzato Ilian e lui le dice che non riesce a sentire le gambe. Ilian chiede a Octavia di ucciderlo, proprio come ha detto che avrebbe fatto; "Non è quello che intendevo", dice Octavia. "Hai promesso", risponde Ilian. Con riluttanza, Octavia pugnala Ilian al cuore.

</nowiki>


Personalità

Ilian è arrabbiato per la morte della sua famiglia ed è determinato a vendicarli. Come risultato della sua schiavitù da A.L.I.E., disprezza la tecnologia ed è ossessionato dal distruggere tutto ciò che ha a che fare con essa. Tuttavia, dopo aver incendiato la Stazione Alpha, e aver saputo dell'imminente Praimfaya, e avvicinandosi a Octavia, Ilian tenta di tornare a una vita più tranquilla nella fattoria della sua famiglia. Ilian si è rivelato molto fedele al suo clan quando ha rinunciato alla sua pacifica vita e ha combattuto per Trishanakru nella Conclave finale, un evento che alla fine ha concluso la sua vita.

Aspetto Fisico

Ilian è forte, muscoloso, e ha lunghi capelli castani. Ha anche 8 punti disegnati sulla fronte. Egli sembra essere di origine asiatica.

Relazioni

Octavia Blake

Vedi Articolo principale: Octavia e Ilian

Citazioni

Ilian (ad Octavia): "Ucciderai anche me?"
- "Pesante Giace La Corona"
Ilian: "Hai visto la Città della luce?"
Octavia: "No."
Ilian: "Allora non capirai mai."
- "La polveriera"
Ilian (ad Octavia): "Non temere la morte. Essa è l'inizio del prossimo viaggio."
- "Ordine di non rianimare"
Ilian (ad Octavia): "Hai promesso."
- "Morire tutti, morire con gioia"

Vittime

Note e Trivia

  • Ilian ha parzialmente bruciato la stazione Alpha.
  • Ilian era uno dei tredici campioni del conclave finale.
  • Ilian è stato il secondo terrestre ad avere un rapporto romantico con Octavia.
  • Ilian ha ucciso la sua famiglia mentre era sotto il controllo di A.L.I.E.
  • Ilian è uno dei pochi personaggi a non apparire all'inizio della stagione o in un finale di stagione.

Galleria

Riferimenti

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.