FANDOM


100 logo Questa è una copia trascritta di "Custode di sua sorella", sentiti libero di aggiungere informazioni a questo articolo finché deriva direttamente dall'episodio.<< PrecedenteSuccessivo >>
Bellamy: "Ascoltate. Venite tutti qui e prendete un'arma. Mia sorella è sparita da più di 12 ore. Armatevi. Non torneremo senza di lei."
Clarke: "Hey, Jasper, non sei tenuto a farlo. Non hai lasciato il campo da quando ti abbiamo ritrovato."
Jasper: "Clarke, lo devo fare."
Bellamy: "Chiunque voglia unirsi è il benvenuto. Ci serve un segugio. Finn, vieni con noi!"

----Bellamy: "E' mia sorella. Me ne occupo io."

Jasper: "Andrei all'inferno per ritrovarla."

---

Octavia: "Odio questa regola. Certe volte vorrei non essere mai nata."

Aurora: "Smettila, Octavia. Lo so che hai paura, ma la paura è un demone. Chiudi gli occhi e dì a te stessa che non hai paura. E' così che si uccide il demone."

Guardie: "Hey, aprite!"

Aurora: "Dillo!"

Octavia: "Non ho paura."

Aurora: "Brava."

Octavia: "Aspetta!"

Guardie: "Aprite la porta, subito!"

---

Raven: "Sei come tua madre."

Clarke: "Non sono per niente come mia madre."

Raven: "Rilassati. E' un complimento. Abby è una tosta."

---

Clarke: "Ah.. Raven..."

Raven: "Dimmi che mi sbaglio. Dimmi che Finn non l'ha fatto per te. Dimmi che non sei andata a letto con il mio ragazzo mentre io rischiavo il culo per venire quaggiù!"

Clarke: "Io non posso dirtelo."

Raven: "Anche per me ne ha fatto uno. Nel caso pensassi di essere speciale."

Clarke: "Credi che l'abbia voluto? Non sapevo neanche che tu esistessi. Per quanto ne sapeva, tu eri morta, Raven. O saresti morta presto come mia madre e tutti quelli che conoscevamo sull'Arca e non, non potevamo fare niente per impedirlo."

Raven: "Poteva aspettare più di dieci giorni. Lo ami?"

Clarke: "Lo conosco a malapena."

NELLA GROTTA

Octavia: "Bellamy!"

Bellamy: "Octavia!"

Octavia: "Prendi la chiave!"

Bellamy: "Monroe! Controlla l'ingresso!"

Monroe: "Ok!"

Bellamy:
Sp.Dialogo
Clarke “Sono nata nello spazio. Non ho mai sentito il sole sul viso, respirato aria vera o galleggiato nell'acqua. Come tutti noi. Per tre generazioni, l'arca ha mantenuto in vita ciò che restava della razza umana ma ora la nostra casa sta morendo, e noi siamo l'ultima speranza dell'umanità. Cento prigionieri mandati sulla terra per una missione disperata. Ognuno di noi è qui perché ha infranto la legge e qui non c'è legge. Non dovremo fare altro che sopravvivere, ma saremo messi alla prova dalla terra, dai segreti che nasconde e soprattutto ci metteremo alla prova a vicenda.”
Bellamy Negli episodi precedenti…”
Clarke [a Finn] Calmati!
Finn Ci credono morti! E siamo soli!
Clarke Non siamo soli! Tu non sei solo. [si baciano]
Finn Raven!
Raven Finn! [si baciano. Clarke guarda attonita] Il consiglio voterà di uccidere 300 persone per risparmiare aria. Dobbiamo dirglielo! La radio è sparita.
Scena 1 - Flashback - Arca, 17 anni prima
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.